Ricerca Prodotti

Annata
Uvaggio
Gradazione
Temperatura

Vini Rosati 

Vini Rosati

I vini rosati o rosè conquistano sempre di più l’attenzione dei media d’oltreoceano. Ne apprendiamo di quanto si è sviluppato in Puglia nell'ultimo mezzo secolo scorso, e del lavoro che svolge l’associazione vini rosati di Puglia nel mondo. Un merito va riconosciuto all'Azienda agricola Leone de Castris con cui congratularci per il lavoro svolto in settantaquattro vendemmie (1943).  Una storia avvincente, in cui l’imprenditore di tempra eccezionale, riesce a volgere a proprio vantaggio le innumerevoli difficoltà di produrre vino di qualità durante il periodo di guerra, “Armistizio dell’8 settembre”. Nella Puglia occupata, alla fine del ‘43, l’eroe della storia riesce a produrre un vino eccellente e innovativo per una nuova generazione di consumatori. La storia, si svolge come un Romanzo da Bere, che tiene desta l’attenzione del lettore raccontando di vigne e vini. Questo potrebbe essere di buon auspicio per concedere ai vini rosati italiani la stessa dignità dei vini rossi e dei bianchi. Un valore, un’identità, di antiche e nobili tradizioni territoriali e poter godere infine di tutte le sfumature intermedie, spesso più affascinanti.

 

Soprattutto nel Tavoliere delle Puglie, troviamo una vasta produzione di vini rosati fermi, frizzanti e Brut di alta qualità: “Madame Masseria nel Sole, Rosé D'araprì Brut Metodo Classico. Particolarmente famoso il Salice Salentino, il “Five Roses”, che per vocazione produce solante vini Rosati biologici. La produzione di vini rosati in Italia occupa il 6% del consumo del mercato interno, qualcosa in più è destinato all'esportazione. Le tecniche di produzione rispecchiano quelle adottate per produrre i vini bianchi. La terra di origine di produzione delle uve, le pratiche in cantina ne caratterizzano il risultato finale. Si utilizzano solo uve a bacca rossa, possibilmente con un buon corredo aromatico e buona acidità per dare poi profumi e piacevole freschezza al vino. Dopo la pigiatura le bucce restano a contatto con il mosto solo poche ore (3 – 4) per ottenere un colorito fiore di pesco. Un colore più marcato lo si può ottenere effettuando la pratica enologica del salasso sulle uve rosse. Prelevando il mosto fiore dalle vinacce di uve messe a fermentare entro le 24 ore, e procedendo successivamente alla fermentazione tradizionale. Il controllo della temperatura di fermentazione, in un range tra 5 – 7 °C, facilita l’estrazione degli aromi e dei profumi, si ottengono così vini rosati con caratteristiche molto simili a un bianco di buon corpo e struttura, con tannini impercettibili al palato. I vini Rosati italiani solitamente non si prestano all'invecchiamento poiché hanno un basso contenuto di polifenoli e tendono a perdere velocemente acidità. Donano il meglio nei primi due anni dalla produzione, quando le note floreali e fruttate del bouquet preservano tutta l’intensità aromatica.

 

A tavola gli abbinamenti con il vino rosato non teme confronti. Sono apprezzati per freschezza e delicatezza ad esempio quelli dell’Alto Adige, abbinato con brodetti e primi delicati. Ai profumati rosati Pugliesi con il Nero di Troia, il salentino Negroamaro con pesci importanti, zuppe di pesce, antipasti di mare, carni bianche. Il più strutturato Cerasuolo d’Abruzzo, dal gusto fruttato, sapore secco, morbido e con retrogusto mandorlato. Abbinamento a primi piatti della cucina pescarese, carni delicate, scamorza, pecorino fresco. Ai tradizionali chiaretti del Garda D.O.C. su filetti di merluzzo alla mugnaia, zuppa di pomodori e tofu, lavarello ai ferri. Il fascinoso e l’ineguagliabile Champagne italiano Rosé Metodo Classico, V.s.q. (Vino spumante di qualità), spumante gastronomico per eccellenza, in Francia molto stimato dagli intenditori accompagna dignitosamente, tagliolini al ragù, zuppa di pesce, arrosto, formaggi di breve stagionatura.

 

Nell'eccellenza di vini rosati nostrani si conferma anche la Sicilia, i quali raccolgono sempre più riconoscimenti. Etna Rosato Doc, colore rosato tendente al rubino. Monreale Rosato Doc nel Palermitano, un colore rosa tenue e un profumo fruttato; Nero d’Avola Rosato DOC, Sicilia occidentale. Abbinamenti: cibi speziati, con peperone, aglio, basilico, timo, cipolla e non solo. Ottimo con le penne tonno e aceto balsamico; fusilli alle acciughe e tonno; cozze gratinate; involtini di melanzane su vellutata di zucca, zuppa di cernia; paste con sughi delicati, salumi. Nelle pagine della nostra selezione dedicata ai vini rosati, potete trovare per ciascun vino tutte le informazioni necessarie per aiutarvi a fare un’ottima scelta: il produttore, la regione, la qualità, oltre a un ottimo rapporto qualità-prezzo. Schede “chimico-fisica” e immagine della retro etichetta a garanzia del consumatore. Inoltre ci siamo impegnati a fornire una personale opinione sul vino, “perché consiglio”, che spiega la nostra modalità di scelta, con un suggerimento di prezzo scontato. Oggi acquistare un ottimo vino rosato è diventato più semplice, restando comodamente a casa, in auto o in momenti di pausa, seduti e rilassati a sfogliare il nostro catalogo vini online. Tutte le tue domande troveranno la giusta risposta nell'affascinante mondo dei vini rosati. Il risparmio e la qualità sempre garantita al 100%.

No products

To be determined Spedizione
0,00€ Totale

Vai alla cassa